Incipit è una rete di professionisti

Avvocati, psicologi e consulenti per un servizio integrato.

Lavoriamo in équipe per offrire un sostegno unico alle persone in situazioni di vulnerabilità

Benedetta Colombo

Fondatrice, Avvocato Cassazionista

Il 28 settembre 2020 è scomparsa prematuramente Benedetta Colombo, amica e collega, non per Covid, ma nel mezzo dell’anno della pandemia.

Benedetta ha lasciato un grande vuoto in noi che l’abbiamo amata e frequentata. 

E’ stata lei infatti l’ideatrice e la generosa realizzatrice dello Studio Incipit, dove da sei anni avvocati, esperti in differenti materie e psicologi di diverse scuole dialogano in un’ottica multidisciplinare, da Benedetta sempre auspicata e perseguita. 

E, fin qui, il tentativo di tracciarne il ritratto, seppur parziale, potrebbe sembrare il legittimo ma circoscritto bisogno dell’amico di commemorare la compagna di un percorso lungo e ricco che dalle aule universitarie e dalle incertezze giovanili ha condotto allo Studio Incipit e ai progetti attuali. Tuttavia c’è di più, perché lei era ed è stata di più: una professionista contemporanea, mai convenzionale e sempre pronta al confronto per innalzare il livello di tutela dei propri assistiti e, in ultima analisi, per contribuire a migliorare il mondo. Ed è per questa ragione che la scomparsa di Benedetta è una significativa perdita anche per il più vasto mondo della giustizia, specie quella minorile, per il costante impegno nelle associazioni professionali, prima tra tutte la Camera Minorile di Milano.

Ecco dunque che ricordarla, ripercorrere la sua feconda carriera, delineando i molteplici profili con cui ha arricchito e dato senso alla sua attività crediamo possa servire a coltivarne la memoria, a sollecitare giovani giuristi alla ricerca del proprio cammino, a segnalare e conservare il solco da lei tracciato per una giustizia più umana e più rispettosa della vulnerabilità. Benedetta l’illuminista, la familiarista, l’amministratore di  sostegno, la curatrice speciale: nelle note biografiche che seguono in molti ritroveranno aspetti di Benedetta con cui hanno lavorato, si sono confrontati, sono cresciuti. 

E non tutti saranno necessariamente dei giuristi perché la sua storia troppo breve è soprattutto storia intensa di relazioni, ma ci piace pensare che ancora di più il ritratto di Benedetta sorriderà a chi non l’ha conosciuta: guardare certe vite guarisce. Specialmente dalla tentazione di credere che le idee non si possano realizzare.